ôkhra : una cooperativa di colore

Un organico di 12 impiegati e piú di 210 cooperatori

I piedi nell’ocra, la testa nel colore, utopico….
20 ans okhra_chantier hangar

In qualsiasi periodo che scegliete per venire al conservatorio, un personale appasionato, impiegati e volontari, vi accoglierá e organizzerá per voi degli eventi colorati :

« ôkhra é l’immagine dell’elefante. Sicuramente un luogo di memorie e storia ben radicato nell’ocra, ma un elefante é un forte valore aggiunto e lo si puó iniziare a colorare in tutta la sua diversitá.» Stephanie, libraia.

 «Mi piacerebbe che ognuno possa andarsene con un pezzo d’ocra e la coscienza di tutto ció che si puó fare con il pezzo d’ocra. » Carine, animatrice

 « amerei far vedere a tutti quelli che passano di qui che una azienda differente é possibile e che l’utopia puó anche rivelarsi risorsa d’innovazione economica e sociale.» Sophie, responsabile operazionale

« Abitanti di Roussillon, visitatori, piccoli o grandi, venite qui ! Vedere e vivere queste mura e utensili, testimonianza a colori del lavoro del passato, queste abilitá ereditate, autentiche e durabili trasmesse da un personale professionale ed appassionato. » Jean-Yves, volontario

« Quello che amo dare ai visitatori una risposta tecnica che si trova nei materiali; accompagnarli nel passaggio di un’idea, di un desiderio, nella progettazione fino a una realizzazione concreta. » Norbert, venditore al banco 

 

A Roussillon … ma anche piú lontano

roussillon village plan-philippe durand

> Il 60%  dei cooperatori risiedono nella regione Provenza Alpi Costa Azzurra e il 45% a meno di 30 km. Tra questi contiamo, il parco regionale del Luberon, , la Comunitá dei comuni del Pays d’Apt, i comuni di Roussillon e di Rustrel, le aziende Chauvin, Sylvestre materiali, Luberon biking, la fondazione Blachère, le associazioni ASPPIV, Beckett, L’Ufficio del Turismo, e molti volontari piú attivi delle Dames e Ogres di Roussillon.

 

> Il 30% proviene da altre regioni francesi : delle istituzioni riconosciute nel campo del colore come il Centro Francese del Colore, il Comitato del Colore, AD chroma, Colore & Marketing, ma anche molte persone.

> Il 10%  di cooperatori sono stranieri altrettanto appasionati all’ocra, al colore, alla cultura d’economia sociale e solidale (in Svizzera, Germania, Italia, Canada, Giappone…)

Degli equilibristi navigano fra economica e cultura

Il progetto del Conservatorio dell’ocra e del colore é fondato sull’affermazione che la cultura tecnica e industriale é creata per le aziende, l’artigianato e la salvaguardia devono passare obbligatoriamente per tramandare il savoir-faire. La sola salvaguardia dei materiali anziani non é sufficiente ad assicurare questa missione che deve essere progettata in stretta collaborazione con le parti interessate che detendono ancora queste tecniche. Questo approccio dovrá essere fissato nel mondo economico e integrare la dimensione culturale. Il ruolo di un conservatorio d’ocra, come un conservatori di musica, di danza o di teatro, e di praticare la disciplina che si intende salvaguardare. Questo strumento al servizio dei professionisti e del grande pubblico é anche luogo di incontro tra loro. Dalla sua origine, la volontá di ôkhra é di provare che un’azienda puó perseguire degli obbiettivi contemporaneamente economici e culturali, in un equilibrio ricco e innovativo :

– la cultura tecnica e il savoir-faire sono del mondo produttivo e il loro tramandare dovrá essere fatto con e per coloro che sono i produttori;

– gli strumenti economici sono messi a servizio delle ambizioni culturali del progetto in retroagire, nel rispetto dei principi dell’economica sociale et solidale;

– La gestione a scopo non lucrativo e la gestione partecipativa fondano l’interesse collettivo superando i conflitti d’interesse.

L’azienda a vocazione culturale (vedi ecomuo, concetto creto da Cyrille Simard in Québec), funziona su questo legante fra economia e cultura. Da ôkhra il profitto si muove per le attivitá commerciali (reception, banco, libreria, formazione…) e reinvestito nelle attivitá culturali (patrimonio, industria, materiale didattico, biblioteca, creazione artistica, animazione di reti culturali e cooperative).

okhra matériauthèque_philippe durand

 

Gli operatori nel settore dell’ocra nel Pays d’Apt

Sul massiccio dell’ocra del paese di Apt, il ruolo di ôkhra é quello di contribuire al mantenimento e allo sviluppo della produzione resta fragile e per continuare a produrre bisogna spiegare come utilizzare l’ocra nelle pitture e che sia condotta in particolare attraverso le professionisti, nella messa in opera delle ricette spesso secolari mai perdute, cosi come prodotti di ricerca.

Al conservatorio, questo inoltrare ha luogo con differenti mezzi :
– per la vendita di lavoro specializzato.
– per i numerosi consigli tecnici sui pigmenti distillati in banco espositivo, a roussillon o su internet.
– seminari scoperti offerti tutti gli anni, 3 anni.
– per il centro di formazione, aperto in particolare a professionisti, o i professionisti vengono loro stessi a trasmettere le loro conoscenze, il loro savoir-faire.

sof lavage_philippe durand

More about the co-op ôkhra

legal informations

NAME : ôkhra SCIC SA – Conservatoire des Ocres et de la Couleur
LEGAL STATUS : Incorporated non-profit making company (société coopérative d’intérêt coopérative)
SIREN no. 404 489 965
SIRET no. 404 489 965 00024
NAF CODE : 9103Z
Intercommunity VAT number : FR04404489965
Training activity declaration : : 93 84 02025 84
Address :Usine Mathieu – D 104 F-84220 ROUSSILLON (France)
TELEPHONE/ FAX : 0033-(0)4 90 05 66 69

CHIEF EXECUTIVE : Mathieu Barrois, mathieubarrois@okhra.com
HEAD OF OPERATIONS & COMMERCIAL RELATIONS : PhilipeTitonecoordination@okhra.com
HEAD OF DEVELOPMENT &COMMUNICATION : Sophie Mariot-Leduc developpement@okhra.com
ACCOUNTING : Maguy, compta@okhra.com (Monday, Tuesday, Thursday, Friday)
WELCOME DESK AND ACTIVITIES: Frédérique and Cécile info@okhra.com (daily)
SALES DESK, BOOKSTORE, ON-LINE SALES: Stéphanie and Norbert comptoir@okhra.com (daily)
TRAINING : Geneviève and Loredana formation@okhra.com (tous les jours) 04 90 05 77 44
INTERNET SITE : www.okhra.com 
FACEBOOK : www.facebook.com/okhra.couleur

 

clicca qui per ulteriori informationi in italiano :

> anziana fabbrica dell’ocra Mathieu

> visite guidate e laboratori atelier per gruppi

> attivitá per visitatori individuali

> centro di formazione

Le conservatoire des ocres et de la couleur

le conservatoire de la couleur

L'usine Mathieu, conservatoire des ocres et de la couleur
A l'image d'un conservatoire de musique, le rôle du Conservatoire de la couleur est de pratiquer la discipline que l'on entend conserver. Ici, la couleur se vit par le geste et par la transmission des savoir-faire. Le centre de formation, la librairie et le comptoir spécialisé sont au service de cette mission.
Société Coopérative d'Intérêt Collectif (SCIC) reconnue par l'État, ôkhra gère ce conservatoire en délégation de service public. Elle rassemble salariés, artistes, artisans, industriels, scientifiques, bénévoles et collectivités territoriales au sein d'une gouvernance partagée.

les salles de formation

une des salles de cours du conservatoire
Les formations se déroulent dans une des salles de cours du conservatoire, aménagées dans les anciens entrepôts d'ocre. L'usine Mathieu est une usine d'ocre réhabilitée, les stages se déroulent donc au cœur de la couleur.
Les installations sont simples, le luxe, c'est l'espace, la lumière et l'environnement. Les pauses déjeuners se prennent fréquemment en plein air (il fait souvent beau, vous êtes en Provence !).

Roussillon en Provence

le village de roussillon
Roussillon est un village magnifique, au cœur du massif ocrier classé du Luberon, et il en a la couleur. La visite du sentier des ocres, au bord du village, est indispensable. A quelques kilomètres, à Gargas, les spectaculaires mines souterraines de Bruoux valent le détour.
A quelques kilomètres d'Apt, on y accède par le TGV d'Avignon ou l'aéroport d'Aix - Marseille. De nombreuses solutions d'hébergement pour tous budgets sont proposées autour du conservatoire.